Cerca nel sito

Cosa NON è il Combat

Il Sistema Combat nasce dall'esigenza di rendere concrete ed efficaci tecniche di difesa personale, per tale motivo i nostri corsi rispettano delle regole ben precise e spiegano il perché il Combat evita l'applicazione di certe tecniche già esistenti.

Analizziamo alcuni errori da evitare:

  1. Parare un calcio con una mano: le conseguenze sono intuibili, la potenza di un calcio spaccherebbe le dita della mano, mettendoci fuori combattimento.
  2. Applicare una tecnica di clinch (tecnica ravvicinata dove si utilizzano leve con gli arti superiori per bloccare e danneggiare l'avversario) tenendo la mano aperta: le conseguenze sono le stesse del punto precedente. Le dita tese sarebbero un facile bersaglio e facilmente danneggiabili. Quindi, la mano deve sempre essere chiusa.
  3. Volgere la propria schiena a possibili fonti di pericolo: trovarsi in questa posizione rappresenta un gravissimo errore, pertanto sia quando applichiamo una qualsiasi tecnica sia se siamo in in un luogo pericoloso non dobbiamo esporre la parte posteriore del nostro corpo, perché la schiena (convenzionalmente definita zona CHARLY) è ovviamente la zona del corpo più delicata e facile da aggredire. Quando diamo le spalle all'avversario siamo già in svantaggio e le reazioni difensive sono molto limitate, anche per il fatto che per contrattaccare le mosse dell'avversario è fondamentale l'uso della vista e in questa posizione è chiaramente limitata.
  4. Parare passivamente il colpo dell'avversario per  poi sferrare a nostra volta il contrattacco: facendo questo ci ripariamo dal colpo, ma rimaniamo vulnerabili da altri attacchi e l'avversario potrà intuire le nostre mosse di difesa e colpirci di nuovo. E' fondamentale unire le due azioni per sorprendere l'aggressore ed essere più efficaci. In definitiva è importante proteggersi dall'attacco e avanzare sferrando contemporaneamente la nostra mossa offensiva.
  5. Non chiudere la distanza tra noi e l'aggressore: lasciare lo spazio tra noi e l'avversario significa dargli modo di colpire più parti del nostro corpo. Se colpiamo l'avversario serrandolo da vicino non avrà molte vie di fuga e la nostra possibilità di sopraffarlo  sarà più reale ed è comunque un atteggiamento che non si aspetterà (è più facile pensare che un aggredito tenda a scappare allontanandosi).
    Questo effetto a sorpresa ci metterà in vantaggio nella lotta.
  6. Ruotare il pugno negli attacchi: fare questo significa sottoporre il polso a delle oscillazioni pericolose e rende il colpo sferrato più debole. Un pugno sagittale risulterà più diretto e potente.
  7. Tirare calci alti: alzare troppo la gamba comporta un'instabilità rischiosa del corpo. Inoltre mette allo scoperto la parte centrale e vulnerabile del linguine e dà all'avversario la possibilità di afferrare il nostro arto in movimento, con le rovinose conseguenze del caso.
    Per fare in modo che un calcio alto possa essere efficace bisognerebbe essere molto allenati e non per tutti e così, quindi molto meglio la potenza di un calcio basso, che ci tiene più stabili al terreno.
     
  8. Usare una sola mano nel bloccare un arto sia che sia armato o meno dell'avversario senza utilizzare tutto  il peso del nostro corpo: capite da voi che la presa con due mani raddoppia la potenza e il carico del nostro corpo su un braccio armato o meno che sia contribuisce a rinforzare il nostro tentativo di disarmo e di bloccaggio del nemico.
  9. Applicare leve complicate:  più una tecnica è complessa più sarà difficile per noi ricordarla in caso di un'aggressione. Oltretutto, se non si è più che allenati, non è detto si riesca a metterle in pratica. Ricordate che non possiamo mai sapere quanto siano pronti e abituati a combattere i nostri avversari, quindi meglio evitare mosse di dubbio risultato.
  10. Non essere istintivi nei movimenti: altra regola base del Sistema Combat. La nostra mente quando riceve un attacco è sotto stress e in stato confusionale. Per questo motivo non avremo il tempo di pensare a quale movimento effettuare. Il tentennare darebbe poi un vantaggio incredibile al nostro aggressore. Quindi bisogna essere veloci e immediati nell'applicare le tecniche, senza perdere preziosi attimi a ricordare quale mossa effettuare.
  11. Tenere il mento alto: lasciare scoperta una zona così delicata è estremamente pericoloso, ci sottopone sia al pericolo di prese (in gergo dette "chiavi") al collo sia al rischio di essere colpiti alla carotide, che potrebbe risultare fatale.
  12. Stare troppo eretti e rigidi sulle gambe: questa postura comporta una scarsa stabilità, uno spintone è attutito meglio da un corpo con il baricentro più vicino al suolo e non viceversa.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Share